arrow-backarrow-downarrow-leftarrow-rightarrowbraingridmicroscopepaperclipscienceslider-arrow-leftslider-arrow-righttest

Linee Guida

Linee guida base per l’esecuzione di un
primo pannello di test per malattie autoimmuni.

Lo scopo di F.I.R.M.A. è di proporre una base solida comune su cui eventualmente verificare possibili cambiamenti e stratificare le evoluzioni legate alla ricerca biomedica.

Le nostre linee guida

L’industria è venuta incontro a questa esigenza offrendo un numero sempre crescente di kit diagnostici, anche in assenza di lavori solidi di standardizzazione. Inoltre la richiesta crescente e la necessità di abbattere i costi hanno spinto all’automatizzazione degli esami di laboratorio.

Questo processo, ben adattabile a molte indagini di laboratorio, mal si presta alla diagnostica dell’autoimmunità, almeno per il momento.

Un ulteriore problema è rappresentato dal fatto che non è sempre possibile per tutte le strutture procurarsi standard di riferimento affidabili. Nel contempo l’evoluzione delle conoscenze tende a dilatare il numero ed il tipo dei test diagnostici necessari.

Non sorprende quindi come negli ultimi anni siano sorte associazioni o gruppi volti alla risoluzione di alcuni di questi problemi (Subcommittee for Standardization of Rheumatic Tests, IUIS; European APL; International Cooperative Study on the Standardization of ANCA Assays).

Gruppo Firma - Linee Guida
Gruppo Firma - Linee Guida

Si costituito anche in Italia un gruppo di lavoro specifico: il Forum Interdisciplinare per la Ricerca nelle Malattie Autoimmuni (F.I.R.M.A.)

Il gruppo è struttura aperta ad ogni contributo ed ha nella interdisciplinarità la sua caratteristica principale.

continua a leggere

Come riportato nello Statuto, obiettivi principali del gruppo sono:

  1. Stimolare la collaborazione tra esperti appartenenti a varie discipline per la standardizzazione delle metodiche di laboratorio nelle malattie sopra citate, per finalità scientifiche e di classificazione, da proporre come modelli alla comunità scientifica e alle Autorità Sanitarie.
  2. Ricercare e/o validare nuove metodiche o nuovi markers sierologici di malattia.
  3. Stabilire linee guida per la diagnostica clinica e di laboratorio nelle malattie sopra citate, per finalità scientifiche e di classificazione, da proporre come modelli alla comunità scientifica e alle Autorità Sanitarie.

Il primo atto del F.I.R.M.A. è stato quello di redigere una proposta di linee guida di base per l’esecuzione di un primo pannello di test per malattie autoimmuni.

Lo scopo è di proporre una base solida comune su cui eventualmente verificare possibili cambiamenti e stratificare le evoluzioni legate alla ricerca biomedica.

Questa proposta di linee guida è attualmente un pubblicazione sugli organi competenti delle diverse Società Scientifiche di appartenenza dei Redattori.

Contemporaneamente alla proposta di linee guida, il F.I.R.M.A. ha iniziato uno studio per l’identificazione di sieri di riferimento nazionali per differenti autoanticorpi al fine di poterne costituire un pool disponibile per tutte quelle strutture aderenti al F.I.R.M.A. che ne faranno richiesta per la messa appunto delle proprie metodiche.

Questa iniziativa si pone come un momento aggregante di Discipline e Specialisti diversi e come una iniziativa volta all’ottimizzazione delle prestazioni delle Strutture Sanitarie.

PROGETTI IN EVIDENZA

  • The General Practice Guide to Autoimmune Diseases

    The development of autoimmunity and autoimmune diseases is believed to involve interactions between genes,hormones, and the environment and was labeled in 1989 as “The mosaic of autoimmunity”.

    approfondisci
  • Approccio del laboratorio analisi alla diagnostica delle malattie autoimmuni sistemiche

    Proposta di collaborazione scientifica nell'ambito della diagnostica in vitro delle malattie del tessuto connettivo.

    approfondisci
  • Approccio alla diagnostica di laboratorio delle vasculiti ANCA-associate (VAA) nei laboratori clinici italiani

    La ricerca degli anticorpi anti-citoplasma dei neutrofili (ANCA) è di fondamentale importanza per la diagnosi delle VAA. Negli ultimi anni le richieste di ANCA sono notevolmente aumentate e si sono rese disponibili nuove tecnologie e metodi analitici in grado di supportare strategie diagnostiche più efficaci.

    approfondisci
  • Protocollo Ana Reading (Progetto PARE)

    La ricerca di anticorpi anti-nucleo (ANA) è formalmente richiesta per la classificazione e la diagnosi di numerose malattie autoimmuni.

    approfondisci
  • Progetto “Italian survey on antiphospholipid antibody positive individuals” – Acronimo INSPIRE

    Il progetto si propone di migliorare la gestione dei pazienti con positività per anticorpi antifosfolipidi mediante un registro prospettico dei dati osservati a lungo termine e raccolti da laboratori centrali di strutture ospedaliere e da centri clinici coinvolti.

    approfondisci
  • Anticorpi anti-NXP-2 nella dermato-polimiosite: associazione con neoplasia e confronto tra metodiche di laboratorio commerciali con metodiche gold-standard. Studio multicentrico italiano

    Gli anticorpi anti-NXP-2 (chiamati inizialmente anti-MJ) sono degli autoanticorpi diretti contro la proteina Nuclear Matrix Protein 2, localizzata nei PML nuclear bodies, che fanno parte del gruppo degli anticorpi miosite specifici (MSA). L’antigene MJ è una proteina della matrice nucleare, chiamata NXP2/MORC3, che è coinvolta nella regolazione della senescenza cellulare p53-indotta in risposta a segnali oncogenici.

    approfondisci